• Sostieni il Progetto

  • Collabora con noi

  • Per saperne di più...

  • Progetto Digitalizzazione

  • Racconta la tua storia

Progetti Europei

School Break: Workshop

PDFPrintE-mail

Written by SuperAdministrator Wednesday, 15 September 2021 12:05

Workshop: Explore the possibilities of school students learning through playing and designing escape room game type educational experiences

Roma, 1° ottobre 2021 ore 10:00

www.school-break.eu

 

 

School Break: Workshop

PDFPrintE-mail

Written by SuperAdministrator Friday, 10 September 2021 10:35

Workshop: Explore the possibilities of school students learning through playing and designing escape room game type educational experiences

Roma, 1° ottobre 2021 ore 10:00

Programma

Ore 10:00 Benvenuto e introduzione al progetto School Break. Sergio Pelliccioni, Archivio della Memoria

Ore 10:15 Presentazione dei risultati del progetto e degli Intellectual Output realizzati. Cristina Papa, Archivio della Memoria

Ore 10:45 Presentazione del sito. Milena Iaffaldano, Archivio della Memoria

Ore 11:30 ERs didattiche: che cosa sono, come funzionano, esempi. Sergio Pelliccioni, Archivio della Memoria

Ore 13:00 Conclusioni e discussione

Il workshop si terrà presso la sede dell’Archivio della Memoria Archivio della Memoria c/o SPIN OVER, Incubatore d’Impresa Parco Scientifico – Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Edificio PP3 - Via della Ricerca Scientifica snc - 00133 Roma Tel 0672594111/4022 - Fax 0672594783

e-mail: info@archiviodellamemoria.it

www.school-break.eu

 
 

School Break: approfondiamo il progetto

PDFPrintE-mail

Written by SuperAdministrator Tuesday, 09 February 2021 00:00

School Break (SB) mira ad esplorare le possibilità di apprendimento degli studenti attraverso il gioco e la progettazione di esperienze educative di tipo escape room. Il titolo "School Break" gioca quindi con i due significati di "pausa", cioè fuga e ricreazione/gioco.

Le escape room sono una forma di intrattenimento relativamente nuova in cui piccoli gruppi di giocatori lavorano insieme per un tempo prestabilito (di solito un'ora) per risolvere gli enigmi e fuggire da una vera stanza chiusa a chiave. C'è un interesse crescente nel loro uso pedagogico in quanto forniscono un contesto autentico, motivante e attivante per la risoluzione dei problemi, supportano la collaborazione in piccoli gruppi e permettono ai partecipanti di imparare attraverso l'esplorazione e la sperimentazione. Oltre a sostenere lo sviluppo di competenze interdisciplinari - come la risoluzione dei problemi, il lavoro di squadra e il pensiero laterale, che sono anche al centro di diverse politiche educative dell'UE (cfr. ad esempio "Competenze chiave per l'apprendimento permanente" o "Migliorare le competenze per il 21° secolo") - le escape room possono anche essere progettate per soddisfare specifici obiettivi curriculari.

Questo progetto parte dal presupposto che il problem-solving collaborativo e la progettazione supportano il lavoro di squadra, le capacità di comunicazione e la creatività, mentre la natura giocosa e aperta del compito, in uno spazio sicuro, supporta l'assunzione di rischi, la creatività e l'innovazione.

Noi ipotizziamo che giocare e progettare escape room raggiunga tre obiettivi: 1) un maggiore coinvolgimento degli studenti; 2) l'apprendimento di conoscenze specifiche della disciplina; e 3) lo sviluppo di competenze interdisciplinari, in particolare la risoluzione dei problemi, il lavoro di squadra e la creatività.

www.school-break.eu

 
 

School Break: flyer in italiano

PDFPrintE-mail

Written by SuperAdministrator Tuesday, 15 June 2021 00:00

È ora disponibile il flyer in italiano del progetto

Puoi scaricare il documento completo qui

 
 

School Break: conosciamo meglio i partners del progetto

PDFPrintE-mail

Written by SuperAdministrator Monday, 11 January 2021 10:35

Ecco una breve panoramica sulla partnership del progetto School Break

L'Università di Educazione di Friburgo (Pädagogische Hochschule Freiburg; PHFR) è specializzata nella formazione degli insegnanti per i livelli primario e secondario. Gli studenti adeguatamente qualificati possono studiare per diplomi di dottorato e post-dottorato. Vari programmi di dottorato e un gran numero di altri progetti di ricerca (europei) promuovono una vasta gamma di giovani ricercatori. Di conseguenza, il PHFR conduce una ricerca educativa varia. Leggi di più qui

Durham è una delle grandi università del mondo e una delle più caratteristiche. "Produciamo una ricerca all'avanguardia e in grado di cambiare il mondo in tutte e quattro le nostre facoltà, la nostra istruzione è stimolante, stimolante, basata sulla ricerca e trasformativa e la nostra esperienza studentesca più ampia, fornita attraverso i nostri college, la Durham Students' Union e la Experience Durham, è tra le migliori del Regno Unito". Leggi di più qui

Limerick Institute of Technology (Irlanda) è un istituto di istruzione superiore a Limerick, una moderna città urbana nella regione del Mid-West dell'Irlanda ed è uno dei 13 istituti che sono membri dell'Institutes of Technology, Irlanda (IOTI). Il LIT è il quarto più grande IOT in Irlanda, con più di 6000 studenti a tempo pieno e parziale e 500 membri del personale. Leggi di più qui

Dalla sua creazione nel 1994 come un'università tecnologica all'avanguardia con un modello di apprendimento altamente innovativo, l'Universitat Oberta de Catalunya (UOC, Open University of Catalonia) è una delle principali università online di istruzione superiore del mondo, che ora coinvolge più di 50.000 studenti. Leggi di più qui

La Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), fondata secondo il diritto federale, offre più di 30 corsi di Bachelor e Master, caratterizzati da una formazione all'avanguardia che unisce l'insegnamento classico teorico-scientifico con un orientamento professionale. Leggi di più qui

 
 

Emwose: Storytelling Library

PDFPrintE-mail

Written by SuperAdministrator Thursday, 18 March 2021 19:21

Durante il progetto Emwose abbiamo raccolto le storie di donne che hanno scelto l’Impresa Sociale come campo d’azione. Una delle principali necessità per un’organizzazione non profit è quella di riuscire a comunicare la propria identità e le proprie attività in modo efficace e riconoscibile. Tra le varie metodologie di comunicazione disponibili, lo storytelling è la strategia più vicina al mondo del sociale perché riesce a promuovere e valorizzare le relazioni già esistenti tra l’organizzazione, il territorio e le persone coinvolte nelle attività.
Il team di Emwose, negli ultimi 2 anni, ha raccolto circa 30 storie di donne appartenenti a minoranze etniche che gestiscono imprese sociali. Potete dare un’occhiata a tutti i materiali sul sito del progetto https://emwose.eu/results-and-outcomes/
 
 

Page 1 of 13